LegnodIngegno: il design incontra l’economia circolare e la sostenibilità

Un bando da 10.000 euro lanciato da Rilegno per architetti, studenti e eco-designer: la sfida realizzare mobili e oggetti fashion attraverso il riuso del legno. Iscrizione gratuita fino al 30 dicembre 2016.

Una commissione d’eccezione valuterà gli elaborati

Rilegno, 30 dicembre 2016

Massimi sistemi e massimi valori, coniugando il design con la sostenibilità, per un concorso internazionale legato all’economia circolare. È quanto promette LenodIngegno, il concorso a iscrizione gratuita lanciato da Rilegno, aperto ad architetti, eco-designer, studenti e talenti creativi over 18 provenienti da tutto il mondo.

 

Il tema 2016 – ‘Ricre-azioni di legno e convivialità’ è la sfida di quest’anno che invita progettisti, eco-designer e appassionati over 18 a presentare oggetti, o componenti d’arredo di uso comune, realizzati attraverso il riutilizzo del legno. L’iscrizione è gratuita, la scadenza il 30 dicembre 2016. In palio diecimila euro e un trampolino di lancio verso incarichi legati alle nuove frontiere del design pubblico e privato.

 La commissione – A giudicare gli elaborati una commissione d’eccezione presieduta da Livia Pomodoro, Presidente del Milan Center for Food Law and Policy, nonché Presidente entrante dell’Accademia di Brera; insieme a lei Alida Catella, fondatrice e AD Coima Image e azionista di Coima Srl, Luisa Collina, preside della Scuola del Design del Politecnico di Milano,  Maurizio Riva, titolare e designer di Riva 1920; Antonio Romano, presidente di Inarea, Nicola Semeraro, presidente di Rilegno.

Originalità, riproducibilità su scala industriale e compatibilità ambientale, i criteri premianti utilizzati dalla commissione. In aprile, durante Il Salone del Mobile di Milano, le premiazioni del concorso.

Gli obiettivi –  “Il legno è un materiale vivo e profondamente legato all’uomo – spiega Nicola Semeraro, presidente di Rilegno – e oggi più che mai è protagonista dei temi connessi con l’economia circolare e la sostenibilità. Il concorso Legnodingegno intende valorizzare tutti coloro che amano questo materiale e credono nel suo riutilizzo creativo.”

Le passate edizioni  – Ideato nel 2006 da Rilegno, anticipando con idee e contenuti una tendenza ‘eco’ che negli anni si è manifestata e diffusa a macchia d’olio, il concorso ha immediatamente richiamato grande partecipazione e alla prima uscita ufficiale ha fatto registrare oltre mille iscritti da tutto il mondo. Fra gli oggetti premiati nelle scorse edizioni, Panca Irma, una seduta multifunzionale pensata per l’arredo urbano ideata dall’architetto sardo Jari Franceschetto, lo scaffale multiuso Rokket dell’architetto friulano Alessandro Iurman, Basket Case, un cestino per la carta che con un semplice gesto può diventare un canestro, ideato e realizzato dal designer Giacomo Moor.

Informazioni e modalità di partecipazione al sito: www.legnodingegno.org