Legno d’Ingegno – Europaconcorsi

Legno d’Ingegno

Europaconcorsi, 26 luglio 2016

Legno d’Ingegno è un concorso internazionale di design e creatività ideato e promosso da Rilegno per valorizzare e promuovere l’utilizzo di legno e sughero riciclato o recuperato, nel design e nell’arredamento. Il concorso, nato nel 2006, si propone di sostenere la ricerca sull’innovazione e favorire l’incontro della sostenibilità ambientale con l’industria e il mondo del
design.
Il tema proposto in questa edizione è “Ricreazioni di legno e convivialità negli ambienti domestici” e vuole proporsi come uno stimolo a ideare e progettare oggetti, arredi o sistemi di arredo legati ai momenti di condivisione dello spazio e al desiderio/necessità/opportunità di stare insieme nell’ambiente domestico. L’obiettivo è sviluppare sistemi di arredo ecosostenibili, di semplice ed economica esecuzione, modulari studiati appositamente per i momenti di convivialità.
Al primo classificato verrà corrisposto un premio in denaro pari a Euro 10.000,00, onnicomprensivo di tutti gli oneri fiscali e previdenziali.

DOWNLOAD
Europaconcorsi, 2626 luglio 2016 – Legno d’Ingegno (PDF)

Legno d’Ingegno: al via il concorso internazionale dedicato al legno – Cose di Casa

Legno d’Ingegno: al via il concorso internazionale dedicato al legno

È rivolto a creativi, professionisti, studenti e aspiranti designer il concorso promosso dal Consorzio Rilegno, che valorizza e promuove l’utilizzo del legno e del sughero riciclato o recuperato nel design e nell’arredo. Il termine ultimo per inviare i progetti è il 30 dicembre 2016.

Cose di casa, 5 luglio 2016

Giunge alla quarta edizione “Legno d’Ingegno”, il concorso Internazionale promosso da Rilegno, Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e recupero dei rifiuti di imballaggio di legno (pallet, cassette per l’ortofrutta, casse, gabbie, bobine per cavi) e di altri rifiuti legnosi (porte, infissi, mobili…) provenienti dal circuito cittadino.
Scopo del contest è valorizzare e promuovere l’utilizzo del legno e del sughero riciclato o recuperato nel design e nell’arredo. Il tema 2016-2017 del concorso è “Ri-creazioni di legno e convivialità”, con parole chiave la semplicità e il convivio. Obiettivo è ideare e progettare un singolo componente d’arredo o un sistema di arredi legati ai momenti di condivisione dello spazio e al desiderio-necessità di stare insieme, sviluppando format di semplice ed economica esecuzione che siano attenti all’ambiente e modulari. Possono partecipare gratuitamente al concorso professionisti, studenti, diplomati, laureati e aspiranti designer di qualsiasi nazionalità e di età superiore a 18 anni, ma anche gruppi di progettisti che siano guidati da un unico responsabile e referente. Le iscrizioni termineranno il 30 dicembre 2016. Tutte le informazioni sono consultabili on line sul sito www.legnodingegno.org.
I progetti verranno giudicati da una giuria composta da esperti, architetti, designer e rappresentanti del Consorzio Rilegno, la cui valutazione terminerà il 28 febbraio 2017. In palio per il primo classificato 10mila euro e la premiazione avverrà durante la Milano Design Week, in programma dal 4 al 9 aprile 2017.

Lo scaffale multiuso Rokket dell’architetto friulano Alessandro Iurman ha vinto la seconda edizione del concorso “Legno d’Ingegno” il cui tema era ‘Il mobile contenitore’.

DOWNLOAD
Cose di casa, 5 luglio2016 – Legno d’Ingegno: al via il concorso internazionale dedicato al legno (PDF)

IL RITORNO DI LEGNO D’INGEGNO – Giacimenti urbani

Il ritorno di Legno d’Ingegno

Giacimentiurbani.eu, 5 luglio 2016

Un appuntamento consolidato. Sono aperte le iscrizioni per la quarta edizione di Legno d’Ingegno, il concorso internazionale organizzato da Rilegno per promuovere l’utilizzo di legno e sughero
riciclato o recuperato nell’arredo e nel design.
La classica idea buona e giusta che accetta la sfida anche sul piano estetico, come a dire al mondo intero: guardate che il “bello” ci appartiene e non abbiamo alcuna paura di misurarci con il resto
del mondo. Bravi.
Il tema di questa edizione ha come parole chiave semplicità e convivio e per partecipare basta avere 18 anni, iscrizione gratuita (chiuderanno il 30 dicembre), Rilegno.org per altre informazioni.
Al vincitore, un premio di 10 mila euro. E chi volesse avere un’idea della bellezza di alcune creazioni premiate nelle tre precedenti edizioni, sfogli “Ricre-azioni di legno”, un bel libro edito da
Rilegno.

Torna la parola “bello” e lo sottolineo con piacere: quegli oggetti sono poprio belli, assolvono una funzione salvifica senza rinunciare alla bellezza, mettono insieme etica e estetica e
indicano una strada per il futuro.

DOWNLOAD
Giacimenti urbani, 6 giugno 2016 – IL RITORNO DI LEGNO D’INGEGNO (PDF)

Arredamento d’ingegno – Equilibriarte

Arredamento d’ingegno

L’attenzione ai temi che riguardano la tutela dell’ambiente influisce sempre più la nostra quotidianità e si estende fino a coinvolgere anche l’arredamento, laddove il riciclo diventa fonte di creatività. Da un po’ di tempo a questa parte stiamo assistendo ad un cambio di prospettiva anche da parte delle aziende di produzione, che puntano tutto su un arredamento d’ingegno che si basa su azioni di recupero e di riutilizzo. Un cambio di rotta che apre la strada ad una rivoluzione green, attenta all’ambiente e che non manca di stupire con prodotti all’avanguardia, in grado di cambiare radicalmente l’aspetto delle nostre abitazioni.

Il recupero dei materiali è una delle tante possibilità che può fornire soluzioni varie e innovative. È anche uno dei temi che tratta il concorso internazionale Legno d’Ingegno2016/2017, promosso da Rilegno e che coinvolge architetti, eco designer e appassionati con l’obiettivo di promuovere il riciclo del legno. Giunto alla sua quarta edizione, il concorso invita i professionisti del settore a progettare un elemento di arredo o un insieme di arredi che siano dedicati ai momenti di condivisione, creando dei format semplici ed economici da realizzare e soprattutto attenti al rispetto e alla tutela dell’ambiente. In palio vi è un importante premio in denaro e i criteri per giudicare il progetto più meritevole sono originalità, compatibilità ambientale, fattibilità economica e riproducibilità.

Sull’onda di questo cambiamento, sempre più aziende si convertono ad un tipo di arredamento e design che si basa sul riuso, come dimostra il progetto lanciato da Conlegno e denominato 800×1200 Eco-Design. Si tratta di una linea di arredamento creata utilizzando imballaggi e pallet in legno. Le parole d’ordine sono riuso, design e artigianalità, tre elementi che creano un connubio perfetto per trasformare il pallet in materiale innovativo per progettare scrivanie, librerie o cassettiere. Un’eccellenza del made in Italy che dona agli ambienti interni ed esterni un perfetto stile green, esteticamente bello e allo stesso tempo eco-friendly.
Alla luce di queste nuove tendenze, rinnovare la propria casa non è più così dispendioso come un tempo. Oggi il riciclo creativo consente di trasformare il look dell’arredamento, recuperando vecchi oggetti o materiali sparsi per le stanze. Con un po’ di creatività e idee casa gli oggetti in legno o in vetro possono trasformarsi in dei moderni complementi di arredo, capaci di personalizzare secondo lo stile che più si addice al resto dell’arredamento.
Per gli appassionati delle moderne tecnologie, esiste anche una nuova app che fa da guida per capire come disporre al meglio i complementi all’interno di un’abitazione. Ideato da Ikea
e denominato Ikea VR Experience, questo ausilio consente di esplorare virtualmente gli spazi della casa ideale. In questo modo ci si può muovere all’interno della cucina, spostare gli oggetti che vi sono all’interno e modificare la composizione a proprio piacimento.
Insomma, uno strumento utilissimo soprattutto per gli amanti del fai da te.

DOWNLOAD
Equilibriarte, 30 maggio 2016, Arredamento d’ingegno (PDF) –

Al via concorso Legno d’Ingegno – BYinnovation

Al via concorso Legno d’Ingegno

BYinnovation, 17 maggio 2016

Al via concorso Legno d’Ingegno. Torna il Concorso internazionale promosso da Rilegno aperto a architetti, ecodesigner e appassionati per promuovere l’utilizzo di legno e sughero riciclato o
recuperato nell’arredo.

Rilegno, Consorzio Nazionale per la raccolta, il recupero il riciclaggio degli imballaggi di legno, tiene infatti a battesimo quest’anno la quarta edizione del concorso internazionale nato con lo scopo di valorizzare e promuovere l’utilizzo di legno e sughero riciclato o recuperato, nel design e nell’arredo. Con l’occhio attento agli ambiti di ricerca confronto sull’innovazione e coerentemente con la propria mission, Rilegno si propone di stimolare attraverso il concorso Legno d’ingegno l’incontro della sostenibilità ambientale con l’industria mondo del design. Il tema sollecita l’attenzione dei progettisti, della produzione industriale e del consumatore finale sul recupero e il riciclo di una materia prima così importante come il legno.

Tema 2016/2017 – Eco-design di tendenza? E’ fatto di legno riciclato e recuperato, di pallet usati, bobine, cassette della frutta e imballaggi industriali che, riutilizzati in modo creativo, rinascono nuova vita e diventano oggetti accattivanti e originali complementi d’arredo per il quotidiano. Su questa linea si muove Legno d’Ingegno 2016/2017, a tema Ricre-azioni di legno e convivialità,
come parole chiave semplicità e convivio. Il concorso stimola a ideare e progettare un singolo componente d’arredo o un sistema di arredi legati ai momenti di condivisione dello spazio e al
desiderio-necessità di stare insieme, sviluppando format di semplice ed economica esecuzione, attenti all’ambiente e modulari.

Partecipazione – L’iscrizione è aperta a talenti creativi, professionisti, studenti, diplomati, laureati e aspiranti designer di qualsiasi nazionalità e di non inferiore ai 18 anni. È ammessa partecipazione di gruppi di progettisti, guidati da un unico responsabile e referente. Aperte il 12 maggio, le iscrizioni si chiuderanno il 30 dicembre prossimo, mentre il 28 febbraio 2017 è prevista conclusione della valutazione della composta da esperti, architetti, designer e da rappresentanti del Consorzio Rilegno.

Premi e criteri – Un premio in denaro importante, di € 10.000, è previsto per il primo classificato, oltre a un ‘biglietto da visita’ di grande visibilità da spendere sul palcoscenico internazionale del design e della produzione industriale di comparto. Originalità del progetto, riproducibilità dello su scala industriale, compatibilità ambientale per caratteristiche e processi di lavorazione, fattibilità economica e tecnologica del progetto stesso, sono i criteri fissati dalla giuria per l’assegnazione del podio.

«Con oltre un milione e 715 mila tonnellate di legno avviato al riciclo ogni anno in Italia – spiega Semeraro, presidente del Consorzio – Rilegno contribuisce a dare mille vite al legno e gli restituisce valore nel processo di economia circolare. Abbiamo scelto di organizzare questo concorso per esaltare l’infinito uso del legno in tutte le sue forme, valorizzandolo quando ha già compiuto una prima vita come imballaggio. Il riuso, quello creativo – argomenta Semeraro – restituisce oggetti intelligenti, addirittura geniali come quelli che negli anni sono stati presentati a Legno d’Ingegno. sono forse oggetti destinati a rimanere unici? Noi riteniamo invece che possano rappresentare grande opportunità per farne un’attività strutturata, un’impresa e arricchire un’economia fondata riuso e sul riciclo della materia legno».

Albo d’oro – Ideato nel 2006 da Rilegno, anticipando con idee e contenuti una tendenza ‘eco’ che negli anni si è manifestata e diffusa a macchia d’olio, il concorso ha immediatamente richiamato grande partecipazione e alla prima uscita ufficiale ha fatto registrare oltre mille iscritti da tutto il mondo.
Tema della prima edizione è stato La seduta. Panca Irma, una panca multifunzionale pensata per l’arredo urbano, ideata dall’architetto sardo Jari Franceschetto ha occupato il gradino più alto del podio. L’originale scaffale multiuso Rokket dell’architetto friulano Alessandro Iurman ha centrato il primo posto nella seconda edizione del concorso il cui tema era ‘Il mobile contenitore’, mentre alla terza uscita dal tema ‘Contenere è un gioco’, miglior elaborato è stato Basket Case, un cestino per la carta che con un semplice gesto può diventare un canestro, ideato e realizzato dal
brillante designer Giacomo Moor.

RILEGNO: CHI E’ E COSA FA
Rilegno è il Consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno in Italia. E’ nato a seguito del decreto legislativo 22/97 e risponde al testo unico ambientale 152/2006 e successive modifiche. Rilegno ha il compito di organizzare e garantire il riciclo e recupero dei rifiuti di imballaggio di legno (pallet, cassette per l’ortofrutta,
casse, gabbie, bobine per cavi) e di altri rifiuti legnosi (porte, infissi, mobili…) provenienti dal circuito cittadino.
Riciclare il legno, significa risparmiare energia, migliorare la qualità dell’aria e al contempo evitare gli sprechi. Il legno ha mille usi, per il comparto produttivo e industriale: una volta conclusa la sua ‘prima vita’ può ancora viverne altre mille e diventare necessario nutrimento per l’economia circolare. Ricordare a tutti il valore e le potenzialità del materiale naturale e sostenibile per eccellenza è il cuore dell’attività del Consorzio: il legno ha valore, diamo valore al legno.

 

DOWNLOAD
BYinnovation, 17 maggio 2016, Al via concorso Legno d’Ingegno (PDF)